Logo Regione Sardegna

Parte in Sardegna il progetto "Uffici di prossimità" per la giustizia più vicina ai cittadini


Consulta l'avviso rivolto ai Comuni per l'istituzione degli Uffici di prossimità
Consulta l'esito della manifestazione di interesse



La Giunta Regionale, con l'approvazione della Delibera n. 6/14 del 19.02.2021, ha definito gli indirizzi per l'individuazione degli "Uffici di Prossimità" sul territorio sardo, così da offrire nell'ambito della volontaria giurisdizione, grazie alla collaborazione degli Enti locali, servizi omogenei diretti soprattutto alle cd. "fasce deboli" della popolazione, contribuendo al decongestionamento dell'attività dei Tribunali.

L’iniziativa, già recepita con la Delibera di Giunta n. 35/19 del 9 luglio 2020 e condivisa con i Tribunali sardi, i Rappresentanti del Ministero della Giustizia, l'ANCI e il CAL, è inserita in un progetto nazionale promosso nell'ambito del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, per un importo complessivo di € 1.882.607,06.

L'obiettivo è promuovere "un servizio giustizia più vicino al cittadino" nelle aree più fragili e distanti dalle attività dei Tribunali ordinari, ciò anche a seguito della revisione delle circoscrizioni giurisdizionali avvenuta negli ultimi anni che ha comportato un profondo ridimensionamento degli uffici giudiziari e la chiusura delle 8 sedi distaccate dei Tribunali di Carbonia, Iglesias, Sanluri, Sorgono, Macomer, Alghero, La Maddalena e Olbia.

Con l'apertura degli Uffici di prossimità sul territorio i cittadini potranno ricevere informazioni e predisporre gli atti di volontaria giurisdizione per i quali attualmente occorre recarsi presso gli uffici giudiziari ubicati nelle sedi dei sei Tribunali Ordinari della Sardegna ( Cagliari, Sassari, Oristano, Nuoro, Tempio, Lanusei). Pertanto sarà possibile, ad esempio, avviare la pratica per la nomina di un tutore e /o amministratore di sostegno, richiedere la modulistica adottata dagli uffici giudiziari di riferimento come i documenti necessari per recarsi in un Paese extraeuropeo e in generale richiedere informazioni sulle procedure giudiziarie di volontaria giurisdizione in cui è coinvolto l’utente.

I criteri definiti dalla Giunta regionale per l'individuazione degli Uffici di Prossimità terranno conto della soppressione nel territorio di riferimento delle sedi giudiziarie distaccate, della distanza tra il Tribunale territorialmente competente e la sede del Comune (o del Comune più lontano nel caso di aggregazioni di Comuni), del numero dei residenti e della difficoltà di accesso agli uffici giudiziari determinata da altri indici di svantaggio.

Gli indirizzi e le tappe del progetto prevedono la pubblicazione di un avviso per l'acquisizione di una manifestazione di interesse ad ospitare gli Uffici di Prossimità da parte degli Enti territoriali, in forma singola o aggregata.

Individuate le sedi, l'operatività degli uffici e la loro messa in rete sarà garantita dalla sottoscrizione di un accordo istituzionale tra Regione, Enti locali e Tribunale di riferimento. In tale contesto l'Amministrazione Regionale a cui compete il coordinamento del progetto, assicurerà l'allestimento dei locali, l'adeguamento dei sistemi informatici , la digitalizzazione dei fascicoli e il rafforzamento della competenze delle figure professionali coinvolte nella gestione degli Uffici con percorsi di formazione e training on the job.

Consulta la pagina degli Uffici di Prossimità

Ultimo aggiornamento: 03.03.21

© 2021 Regione Autonoma della Sardegna