Prova la versione BETA del sito e invia la tua opinione
Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Autorità ambientale

Via Roma, 80 – 09123 Cagliari


Direttore Generale pro tempore dell'ambiente
Curriculum non trasmesso
linea diretta 070/6066619
fax 070/6066697

A livello comunitario, la figura dell’Autorità Ambientale (A.A.) è nata con il ciclo di programmazione dei fondi europei 1994 – 1999, ed è stata confermata dal Quadro Comunitario di Sostegno 2000-2006 che ne definisce così il ruolo: “Le autorità ambientali, ognuna nei propri ambiti di competenza, hanno il ruolo di operare ai fini dell’integrazione della componente ambientale in tutti i settori d’azione dei Fondi, in una prospettiva di sviluppo sostenibile, nonché per assicurare la conformità di tali azioni con la politica e la legislazione comunitaria in materia di ambiente”.
L'Autorità Ambientale ha pertanto il compito di garantire l'integrazione della componente ambientale in tutte le fasi di attuazione dei PO FESR. L'Autorità viene inoltre coinvolta anche nella stesura di alcuni documenti programmatici, nella stesura degli atti attuativi del Programma Operativo e nelle commissioni di valutazione dei progetti. Essa suggerisce criteri di selezione, punteggi, documentazione da presentare a corredo dei progetti, in maniera tale da assicurare la sostenibilità ambientale degli interventi.
L’Autorità Ambientale Regionale è stata individuata nel Direttore Generale pro tempore della Difesa dell’Ambiente, mentre al Servizio Sostenibilità Ambientale, Valutazione Strategica e Sistemi Informativi (SVASI) è stata affidata l’attività di supporto tecnico all'Autorità.
Sono compiti dell’Autorità Ambientale Regionale:
• Cooperare sistematicamente con le autorità di gestione degli interventi e i responsabili degli assi prioritari e delle misure, in tutte le fasi del processo di programmazione e degli interventi (definizione,
selezione, attuazione, sorveglianza, monitoraggio e valutazione delle azioni), ai fini dell’implementazione di obiettivi, criteri e indicatori di sostenibilità ambientale, nonché al fine di garantire la corretta
applicazione delle normative comunitarie, nazionali e regionali in materia di ambiente;
• supportare nella valutazione degli aspetti di tutela ambientale, di tutela del patrimonio storico-architettonico, archeologico e paesaggistico;
• coordinarsi con il nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici della Regione per la definizione degli indirizzi tecnici e metodologici inerenti alla valutazione degli aspetti ambientali;
• aiutare alla predisposizione, in collaborazione con gli organismi competenti, di adeguate sintesi, aggiornate periodicamente, dei dati di base sullo stato dell’ambiente, pertinenti con le azioni finanziate dai fondi;
• collaborare alla redazione del rapporto annuale di esecuzione dei programmi operativi, curandone in particolare gli aspetti relativi al perseguimento degli obiettivi ambientali e di sostenibilità
ambientale degli interventi, nonché la compatibilità con la politica e la normativa comunitaria in materia di ambiente (il rapporto annuale di esecuzione conterrà un’analisi del ruolo svolto dalle autorità ambientali e della sua efficacia ai fini della sostenibilità ambientale degli interventi);
• supporto agli uffici competenti per l'integrazione delle tematiche della strategia di adattamento ai cambiamenti climatici (SRACC) e dell’approccio della strategia di sviluppo sostenibile (SRSvS) all'interno della programmazione e attuazione dei fondi strutturali e di investimento europei.

Approfondimenti :
Strategia Regionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici
Programmazione Europea 2021 – 2027
Strategia di Sviluppo Sostenibile
Deliberazione della Giunta Regionale n. 23/10 del 12.5.2015
Rete delle Autorità Ambientali